VILLA ATTEMS
C e r n o z z a d e P o s t c a s t r o
Chi siamo Dove siamo Contatti Preventivo Le sale Il parco Servizi

La Storia

Presidente Consorzio Collio
antica foto della tenuta
Il cancello principale della tenuta
documento ufficiale del 1748

La culla della famiglia Attems fu il Friuli come si legge in un documento del 1025 conservato nell'archivio storico di proprietà esclusiva della famiglia. Il terreno col nome di "Attems infra Comitatus Fori Julii" fu donato a Corrado dalla famiglia della moglie; Matilde marchesa di Moosburg.

Capostipite del ramo di Petzenstein fu Wolfgang d'Attimis che nel 1540 divenne vice capitano della contea e fece erigere il santuario di Montesanto. A suo figlio Andrea, l'arciduca Carlo, concesse il diritto di aggiungere al nome il predicato von Petzenstein.

Dei Petzenstein, fra i discendenti di Andrea, gli esponenti che si fecero più onore nel '700 furono i fratelli Sigismondo, Carlo Michele e Lodovico che vissero nel periodo di Maria Teresa d'Austria e diedero lustro alla città di Gorizia Carlo Michele soprattutto abbracciando la carriera ecclesiastica fu elevato da Maria Teresa al rango di principe del Sacro Romano Impero e il 12 Aprile 1752 Papa Benedetto XIV lo innalzò a primo  Arcivescovo di Gorizia.

 

La tenuta Villa Attems situata a Lucinico nel Collio Goriziano è documentata dalla fine del Quattrocento come possesso dell'antica famiglia nobile goriziana dei Postcastro.

Il patrimonio venne ereditato in blocco dai Cernozza ancora un'antica famiglia nobile goriziana, di cui resta documentato il subentro sulla parte feudale concesso dall'arciduca Ferdinando nell'Aprile del 1546. La successione sarà avvallata dalla evoluzione del cognome in Cernozza de Postcastro. I Cernozza diventarono così gli ultimi feudatari di Lucinico prima dell'arrivo degli Attems.

Acquisisce in questo periodo una posizione baricentrica la chiave di volta in pietra che ancora oggi campeggia sopra il portale di ingresso al parco della Villa Attems Petzenstein. Nel cimiero che sormonta l'elmo dello scudo si scorge una data, il 1630 e nella parte bassa una sigla: BGLBNCDP - " Beninia Gallara libera baronessa nata Cernozza de Postcastro".

 

La nipote di Beninia, baronessa Cernozza de Postcastro, sposerà Massimiliano Attems nel 1649 portando in dote la Tenuta. Da quel momento in poi la decima lucinichese approderà nel patrimonio degli Attems definiti "eredi Cernozza de Postcastro".

Nel '900 è il conte Sigismondo Douglas Attems Petzenstein a perpetrare nel nome la nobile discendenza dell'antico e aristocratico casato. Figlio del conte Giovanni e della baronessa Stefania Biedermann de Turony nasce il 23 maggio 1914, un anno esatto prima che l'Italia dichiarasse guerra all'Austria - Ungheria, siglando, di fatto, l'inizio di una trasformazione geopolitica e territoriale.

Il paese di Lucinico divenne terreno di guerra, di continui passaggi e razzie, praticamente distrutto nella sua totalità dall'alternarsi del fronte ora austriaco ora italiano. Dopo quattro lunghi anni, l'angolo di paradiso, la Nizza austriaca tanto celebrata da Czoernig è solo un'ombra nei ricordi di chi è sopravvissuto. Passano gli anni e molto della caparbia lucidità e risolutezza dell'uomo settecentesco si ritrovano in Douglas nell'acuta capacità di trasformare il Collio in un prodotto unico e rappresentativo dell'intero territorio goriziano. Promosse la realizzazione nel 1963 del Consorzio del Collio, di cui divenne presidente nel 1965 guardando con fattiva speranza alla salvaguardia del territorio e dei sui confini.

 

Per Douglas Attems il Collio fu tutto, ne creò una D.O.C. della quale rimase presidente fino al 1999. Morirà nel settembre 2002. Un anno prima, nel settembre 2001 la figlia Virginia sposa Paolo Giasone con il quale ha avviato la ristrutturazione e riqualificazione dell'intera Tenuta.

Da questa unione sono nate due bambine, Eugenia e Ludovica le quali hanno ottenuto dal Ministero dell'Interno l'autorizzazione ad aggiungere al cognome paterno quello degli Attems Petzenstein, esaudendo così, il desiderio di Douglas che la stirpe millenaria degli Attems non si esaurisse con la sua morte. Nel 2009 Paolo e Virginia Giasone Attems Petzenstein pubblicano un libro sulla storia della famiglia nel '900 edito dalla casa editrice la Laguna: "Sigismondo Douglas Attems Petzenstein Conte del S.R.I. Storia di una famiglia nella Mitteleuropa del '900".

 

La Tenuta sita nel Collio Goriziano è stata totalmente riqualificata e ristrutturata ad opera di Paolo e Virginia Giasone Attems Petzenstein.

In origine il sito dedicato a questa odierna attività era improntato sin dal 1945 al commercio di materiale avicolo, pollicoltura e conigliocoltura. Vicino a quest'impianto venne inoltre ampliato nello stesso periodo lo stabile adibito a cantina per una volontà di investire maggiormente sulla produzione e commercializzazione vinicola. Tradizione della tenuta inoltre la coltivazione di alberi da frutto quali ciliegi e peschi .

Privacy Policy
Villa Attems Cernozza di Postcastro di Virginia Attems e Paolo Giasone info@villaattems.it Via Giulio Cesare 36 Lucinico 34170 Gorizia